Di solito a fine inverno il prato presenta uno strato infeltrito composto da steli, germogli e altro materiale vegetale, tutto questo va rimosso perché rischia con il tempo di diventare così spesso da non far più passare acqua, aria e concime nel terreno. 

Lo strato infeltrito diventa anche il luogo ideale per la proliferazione di funghi e muffa, favorendo la crescita del muschio, inoltre soffoca l’erba al punto da stressarla impedendone la crescita.

 

Per evitare che tutto ciò accada, almeno una volta l’anno, il tappeto erboso va arieggiato smuovendo la terra, il periodo ideale e all’inizio del periodo vegetativo (primavera) consentendo così all’erba di crescere densa e verde, se necessario effettuare la tra semina nonché eventuali integrazioni al prato con altro seme, dove non è sufficientemente fitto.

Torna indietro