punteruolo

Il punteruolo rosso della palma (Rhynchophorus ferrugineus) è un coleottero curculionide, originario dell'Asia, micidiale parassita di molte specie di palme.  Si nutre dei  tessuti del fusto, fino ad interessare la gemma apicale, determinando la morte della pianta.  È importante considerare che le palme sono monocotiledoni arboree, cioè crescono mediante un’unica gemma apicale da cui si originano tutte le foglie. 

I trattamenti chimici curativi tardivi, oltre a essere inutili per risolvere l'attacco nella pianta infestata, sono anche di scarsa efficacia: ciò è dovuto al ritardo con cui la palma manifesta l’attacco in corso, che corrisponde alla fase in cui si evidenzia il distaccamento o la caduta di alcune foglie ma che corrisponde ad un livello di attacco pari al 60/70% del totale dei tessuti attaccabili.

La nostra azienda offre servizi e prodotti scientificamente adeguati alla lotta contro il punteruolo rosso. Si tratta di prodotti biologici con un attività di contrasto molto incisiva,  assolutamente NON  TOSSICI PER L’UOMO e che di conseguenza NON CREANO PROBLEMI DI FITOTOSSICITA’ PER LA PALMA.

Sono prodotti naturali non OGM, completamente sicuri per l'uomo e per gli animali a sangue caldo. Il primo è costituito da Nematodi  entomoparassiti che si nutrono di uova, larve e adulti di vari parassiti tra cui pure il Punteruolo Rosso. Il secondo è un estratto dell'albero del Neem,  (Azadiracta indica), a base di Azadiractina A e altri limonoidi, che  svolgono un'azione insetticida preventiva e curativa se somministrati per via radicale e assimilati dalla pianta.

Purtroppo l'uso poco accorto o scorretto di alcuni prodotti fitosanitari, nonostante la loro regolare registrazione come prodotti autorizzati, nel tempo finiscono per essere fitotossici per le palme: sempre più spesso vediamo palme color giallo-ruggine che poi si seccano non per colpa del punteruolo rosso ma perché sono state intossicate con prodotti  fitosanitari inopportuni.

Torna indietro